RIUNIONE SUL FUA 2014 . 19 maggio 2015

MINISTERO-DEL-LAVORO(1)

Si è svolta nella giornata del 19 maggio 2015, una prima riunione presso il Ministero del Lavoro sulla definizione dell’Accordo per la ripartizione del Fua anno 2014.

La delegazione della Federazione Confsal-UNSA era composta da Vincenzo Di Biasi e Gian Maria Giovannetti.

 

La Federazione Confsal-UNSA ha fatto notare all’Amministrazione che è pressoché impossibile parlare solo di Fua in questo momento storico per il Ministero del Lavoro visto che aleggia sulle teste dei dipendenti la costituzione di un Ispettorato Nazionale del Lavoro che provocherà un’ampia mobilità del personale.

Sebbene il Fua rappresenti un’importante ma magra risorsa per i lavoratori, ci sono altre questioni che sono per essi di vitale importanza e che l’Amministrazione avrebbe dovuto già da tempo affrontare, mentre vi è su di esse ancora un imperdonabile silenzio. Ci si riferisce appunto al futuro incerto per molti dipendenti del Ministero nel caso di costituzione di questo Ispettorato Nazionale, i cui contorni organizzativi e logistici ad oggi non sono stati resi noti.

 

Oltre a tali osservazioni, la Federazione Confsal-UNSA ha richiesto all’Amministrazione di fornire un documento dettagliato sulle varie voci che costituiscono il Fondo Unico di Amministrazione e una maggiore trasparenza sul numero di destinatari per ciascuna voce di spesa del Fondo, in modo da verificare la quantificazione della produttività destinata ai diversi Uffici.

 

L’Amministrazione, nel dichiarare che per i temi relativi alla costituzione dell’Ispettorato è competente un altro tavolo di confronto con i sindacati, ha assicurato di fornire i dati richiesti dall’UNSA nella riunione fissata per la settimana prossima.