UNSA LAVORO: SALARIO ACCESSORIO, PASSAGGI DI AREA e PIANO DI WELFARE

MINISTERO-DEL-LAVORO(1)

 cropped-logo-unsa-circolare.png

La riunione del 23 gennaio u.s. con l’Amministrazione è stata l’occasione per un confronto su diverse questioni, e l’UNSA ha colto l’opportunità per presentare all’Amministrazione alcune proposte di lavoro per l’anno 2020.

 

Riguardo al pagamento del Salario accessorio 2018, l’incongruenza tra quello comunicato con la scheda di valutazione e quello trovato dai lavoratori nella busta paga deriva dal fatto che gli importi presenti sulla scheda erano al lordo degli oneri a carico dell’amministrazione.

Riguardo la progressiva diminuzione del salario accessorio pro-capite, l’UNSA ha ribadito la propria convinzione di AVER COMBATTUTO -spesso anche da sola- per una corretta composizione del fondo e di non aver sottoscritto gli accordi sui Fondi 2018 e 2019 per forti perplessità sull’ammontare delle risorse messe a disposizione e sulla loro destinazione.

In ogni caso, riguardo le differenze della quota pro-capite 2017/2018, i chiarimenti forniti dall’amministrazione non ci hanno soddisfatto, e NE ABBIAMO CHIESTI ALTRI con un’apposita nota alla Direzione del Personale, poiché da anni continuiamo a ripetere che la difesa del reddito dei lavoratori al Ministero passa -nelle relazioni sindacali del Ministero- per la difesa del salario accessorio, e vogliamo vederci chiaro in ogni aspetto che ha ricadute sui lavoratori.

 

Per quanto riguarda le PROPOSTE, l’UNSA ha chiesto all’amministrazione di attivare nel corso del 2020 le procedure per i PASSAGGI TRA LE AREE, resi possibili in forma semplificata dal D. Lgs. n. 75/17, nel limite del 20% dei posti previsti come nuove assunzioni nel piano dei fabbisogni del personale.

L’UNSA ha chiesto all’amministrazione di cogliere questa importante opportunità, offerta dalla norma citata fino al 2020, onde consentire ai lavoratori di vedersi riconosciuta la propria professionalità. Tra l’altro, questa procedura non grava sulle risorse del Fondo, ma è a carico del bilancio dello stato, visto che i passaggi di area sono paragonabili a nuove assunzioni.

 

Abbiamo inoltre ribadito la nostra proposta di realizzare un serio piano di WELFARE per TUTTO il personale. Sulla questione va fatta un’approfondita valutazione “costi/benefici”; per questo abbiamo ribadito all’amministrazione che ci aspettiamo nel corso del 2020 la presentazione, al tavolo delle trattative, di una pluralità di opzioni da analizzare, di costi da sostenere, di prestazione sanitarie assicurate al lavoratore (e in caso al nucleo familiare), al fine di valutare l’opportunità di procedere o meno. In sostanza abbiamo chiesto di metterci nelle condizioni di poter scegliere.

 

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi.

 

Roma, 30.01.2020

Confsal-UNSA Lavoro

Gian Maria Giovannetti

 


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/17/d581706515/htdocs/clickandbuilds/WordPress/MyCMS2/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 399