SALVATO IL FUA DEL MINISTERO DEL LAVORO E DEI MINISTERI

evitato FURTO DEL FUA

evitato FURTO DEL FUA

SALVATI I FUA – RIPRESI I 70 MILIONI DI EURO SCIPPATI AI MINISTERI!

FIRMATO IL DPCM CHE RIACCREDITA LA PARTE VARIABILE FUA 2015

 

Giustizia è fatta.

A fatica, ma giustizia è fatta.

 

Il vergognoso tentativo di rubare, questa è la parola, ai ministeriali la parte variabile del Fua 2015 è stato sventato. I FUA SONO SALVI.

 

Come ricorderete la Legge di Assestamento di Bilancio non ha riaccreditato, come ogni anno invece accade, le risorse della parte variabile del Fua ai singoli ministeri richiedenti.

Questa operazione, oltre che un abuso in sé poiché in violazioni di norme di legge e contrattuali, avrebbe sottratto risorse solo ai ministeriali, tra tutti i dipendenti pubblici, risultando in tal modo discriminatoria.

Grazie alle ferme lotte sindacali, in cui l’UNSA ha svolto un ruolo di primo piano seguendo la questione ai massimi livelli, il Governo è tornato sulle proprie posizioni, ed ha firmato il DPCM che riaccredita ai singoli ministeri quanto dovuto ai lavoratori. Il solo Ministero del Lavoro si vede riaccreditati più di 7 milioni di euro.

 

Mi chiedo, lasciatemelo dire a titolo personale, come si fa ancora oggi a pensare che il sindacato non serve o che non è presente nella rivendicazione dei diritti dei lavoratori.

Senza sindacato anche queste risorse sarebbero andate perse.

 

E ora, dopo questo risultato importantissimo, continuiamo la nostra lotta per un contratto degno per i lavoratori pubblici.

 

Il Segretario Generale

Massimo Battaglia